Stress e patologie correlate

Lo stress, visti i ritmi frenetici che caratterizzano la realtà quotidiana della popolazione occidentale, è divenuto un concetto oramai comune e conosciuto ai più, alla cui base possono esserci differenti ragioni, come fattori ambientali o sociali, presenza di malattie, problemi lavorativi, traumi o cataclismi.  

Troppo spesso non viene data la giusta importanza a tale fenomeno, nonostante il nostro organismo ci mandi in continuazione segnali che troppo spesso ignoriamo, complice anche la poca consapevolezza che la maggioranza di noi ha riguardo le reali conseguenze a cui lo stress cronico può portare.

La letteratura medica inerente al legame esistente tra stress e malattia è, difatti, vastissima e in continua crescita, con lo stress cronico indicato come il fattore che maggiormente contribuisce alla nascita di problematiche come patologie cardiovascolari, broncopneumopatie croniche ostruttive, malattie intestinali e persino tumori, che sommate tra loro costituiscono più del 70% delle cause di morte del nostro paese. 

Ecco perché è fondamentale aumentare la consapevolezza in merito alle patologie stress-correlate e ai vari meccanismi che generano lo stress, imparando pertanto a gestirlo tramite un lavoro accurato su parametri quali l’alimentazione, l’attività fisica, la respirazione, il riposo, il sonno e, non ultimo, il nostro atteggiamento mentale quotidiano, fattore in grado di fare la differenza in molte situazioni.

Dossier Stress e Patologie Correlate

Indice dossier

Introduzione

1. Lo stress: definizione e basi neuropsicofisiologiche

1.1 Definizione e cenni storici
1.2 Fasi di stress e Sindrome Generale di Adattamento
1.3 Basi neuropsicofisiologiche
1.4 Cause dello stress
1.5 Sintomi dello stress
1.6 Diagnosi dello stess e tecniche correlate
1.6.1 Questionari dedicati
1.6.2 Misurazione dell’alterazione di parametri fisiologici stress-correlati

2. Patologie stress-correlate

2.1 Stress e patologie cardiovascolari
2.2 Stress e disturbi del sistema nervoso
2.2.1 Alterazioni dell’umore
2.2.2 Cefalea
2.2.3 Disturbo d’ansia generalizzata
2.2.4 Depressione
2.2.5 Burnout
2.2.6 Riduzione della libido
2.3 Stress e patologie della pelle
2.3.1 Psoriasi
2.3.2 Orticaria
2.3.3 Dermatite da stress, atopica ed eczematosa
2.3.4 Alopecia Areata
2.3.5 Herpes Virus

2.4 Stress e fibromialgie
2.5 Stress e disturbi dell’apparato gastrointestinale
2.5.1 Sindrome dell’intestino irritabile (IBS)
2.5.2 Gastrite
2.6 Stress e disturbi del comportamento alimentare (DCA)
2.6.1 Anoressia nervosa
2.6.2 Bulimia nervosa
2.6.3 Disturbo da alimentazione incontrollata
2.6.4 Obesità e Sindrome Metabolica
2.7 Stress e deficit del sistema immunitario
2.7.1 Malattie infettive
2.7.2 Neoplasie
2.7.3 Malattie infiammatorie e autoimmuni
2.8 Stress e disturbi all’apparato muscolo scheletrico

3. Focus sullo stress lavoro-correlato

3.1 Lo stress in ambiente lavorativo
3.2 La valutazione del rischio6
3.3 Attività lavorative a maggior rischio di stress
3.3.1 Professioni sanitarie
3.3.2 Addetti al trasporto
3.3.3 Personale docente
3.3.4 Forze di polizia
3.3.5 Addetti a call center

3.3.6 Lavori atipici
3.4 Costi dello stress per le organizzazioni
3.5 Quadro normativo di riferimento
3.5.1 Professioni sanitarie
3.5.2 Addetti al trasporto

4. Tecniche di gestione dello stress

4.1 Tecniche psicologiche
4.1.1 Eye Movement Desensitization and Reprocessing (E.M.D.R.)
4.1.2 Rilassamento progressivo di E. Jacobsen
4.1.3 Metodo Vogt
4.1.4 Training autogeno di 1° grado
4.1.5 Rebirthing
4.1.6 Visualizzazione
4.2 Farmacologia
4.3 Tecniche “fai da te” scientificamente riconosciute
4.4 Medicine Complementari
4.4.1 Fitoterapia
4.4.2 Fiori di Bach
4.4.3 Aromaterapia
4.4.4 Medicina Tradizionale Cinese
4.4.5 Ayurveda
4.4.6 Omeopatia
4.4.7 Biorisonanza

Conclusioni
Bibliografia

Vuoi ricevere il PDF con il dossier completo Stress e Patologie correlate?

CONTATTACI ORA

Introduzione

Il concetto di “stress”, complice soprattutto la frenesia dei ritmi quotidiani vissuti dalla stragrande maggioranza della popolazione italiana e, in termini più ampi, del mondo occidentale, è oramai di uso comune.

Senza contare l’ipertensione che, oltre alle patologie cardiovascolari, può essere causa di diabete e infarto, e che colpisce il 25% degli italiani con picchi dell’80% se si considerano gli over 65.

A stressarci, minando di conseguenza la nostra salute psico-fisica, contribuiscono fattori di diversa natura: ambientali, cognitivi e stili di vita. Dunque insicurezza, aggressività, incertezza del futuro, ma anche fumo, alcol, sedentarietà, abuso di farmaci e alimentazione scorretta. Nonché l’inquinamento, compreso quello acustico che rappresenta un nemico della salute i cui effetti sono troppo spesso sottovalutati, e che rappresenta uno degli stimoli continui che ci portano ad essere stressati anche ad un livello inconsapevole durante tutto l’arco della giornata.

Ecco perché è fondamentale divenire consapevoli delle patologie stress-correlate e dei meccanismi che generano lo stress, ed imparare a gestirlo e scaricarlo, lavorando su parametri come l’alimentazione, l’attività fisica, la respirazione, il riposo ed il sonno e, non ultimo, il nostro atteggiamento mentale quotidiano.

Ed ecco perché occorre mettere la persona nella sua interezza al centro dell’attenzione nel rapporto medico-paziente. Solo così possono essere identificate per tempo tutte le possibili cause di stress e, di conseguenza, agire in maniera mirata per eliminare il fattore di rischio con tutte le numerose potenziali conseguenze ad esso associate.

E’ normale per tutti sentirsi “stressati” per periodi di tempo più o meno lunghi, sarebbe strano il contrario.
Da qui la sottovalutazione di un fenomeno che, troppo spesso, viene preso sottogamba, nonostante il nostro corpo mandi continui segnali relativi alla tensione accumulata spesso ignorati, causa anche la mancanza di consapevolezza sulle reali conseguenze a cui uno stress cronico può condurre. E quando questa consapevolezza arriva, spesso, è troppo tardi.

Ormai la letteratura medica sulla correlazione tra stress e malattia è vastissima.

Uno studio del Dipartimento di Studi Clinici dell’Università La Sapienza di Roma, condotto in collaborazione con l’AISIC, l’Associazione Italiana Stress e Invecchiamento Cellulare, ha rilevato come il 70% degli italiani muoia per patologie stress-correlate.

Lo stress cronico è infatti tra i fattori maggiormente responsabili delle patologie più diffuse nei paesi industrializzati, come patologie cardiovascolari, broncopneumopatie croniche ostruttive, malattie intestinali, addirittura tumori, che sommate costituiscono più del 70% delle cause di morte del nostro paese.

Scopri ora i nostri dispositivi

TUTTI I DISPOSITIVI