Biot.it Utilizza cookies tecnici e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Se prosegui nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsenti all’installazione dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

COSA SONO E A COSA SERVONO I COOKIES?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet. Se non vuoi accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati.

I cookies che utilizziamo non conserviamo informazioni personali ma solo informazioni criptate per migliorare la tua permanenza sul sito.

Possono essere anche di terze parti (quando vengono impostati da un sito diverso dal quello che stai visitando).


Cookies tecnici (strettamente necessari)
Questi cookie sono essenziali per consentirti di navigare nel sito e utilizzare tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornirti alcuni servizi.

Cookies funzionali
Permettono di "ricordare" le scelte che hai effettuato e personalizzare i contenuti del sito al fine di migliorare il servizio a te reso.

Cookies di terze parti: Facebook
Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di "like" sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy  

  

Cookies di terze parti

Il presente sito funge anche da intermediario per cookies di terze parti, utilizzati per poter fornire ulteriori servizi e funzionalità ai visitatori e per migliorare l'uso del sito stesso, come i pulsanti per i social, oppure video. Questo sito non ha alcun controllo sui cookie delle terze parti, interamente gestiti dalle terze parti. In conseguenza di ciò le informazioni sull'uso dei detti cookies e sulle finalità degli stessi, nonché sulle modalità per l'eventuale disabilitazione, sono fornite direttamente dalle terze parti alle pagine indicate di seguito.

In particolare il presente sito utilizza cookies delle seguenti terze parti:

Google Analytics: uno strumento di analisi di Google che attraverso l'uso di cookies (performance cookies), raccoglie dati di navigazione anonimi (IP troncati all'ultimo ottetto) ed esclusivamente aggregati allo scopo di esaminare l'uso del sito da parte degli utenti, compilare report sulle attività nel sito e fornire altre informazioni, compreso il numero dei visitatori e le pagine visitate. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo Ip a nessun altro dato posseduto da Google. I dati trasmessi a Google sono depositati presso i server di Google negli Stati Uniti. 
In base a specifico accordo con Google, che è designato quale responsabile del trattamento dei dati, questi si impegna a trattare i dati in base alle richieste del Titolare (vedi in fondo all'informativa), impartite tramite le impostazioni del software. In base a tali impostazioni le opzioni pubblicitarie e di condivisione dei dati sono disattive.

Ulteriori informazioni sui cookies di Google Analytics si trovano alla pagina Google Analytics Cookie Usage on Websites

 L'utente può disabilitare in modo selettivo la raccolta di dati da parte di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposito componente fornito da Google (opt out). 

 

Youtube: una piattaforma di proprietà di Google, per la condivisione di video, che utilizza cookie per raccogliere informazioni degli utenti e dei dispositivi di navigazione. I video presenti nel sito non veicolano cookie all'accesso della pagina, essendo stata impostata l'opzione "privacy avanzata (no cookie)" in base alla quale YouTube non memorizza le informazioni sui visitatori a meno che essi non riproducano volontariamente il video. 

cookie: test_cookie .doubleclick.net non è un cookie permanente, ma è utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie.

Per ulteriori informazioni sull'uso dei dati e sul loro trattamento da parte di Google si raccomanda di prendere visione delle informazioni all'apposita pagina predisposta da Google, e alla pagina sulle Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei partner

 

Plugin Social Network

Il presente sito incorpora anche plugin e/o bottoni per i social network, al fine di consentire una facile condivisione dei contenuti sui vostri social network preferiti. Tali plugin sono programmati in modo da non impostare alcun cookie all'accesso della pagina, per salvaguardare la privacy degli utenti. Eventualmente i cookie vengono impostati, se così previsto dai social network, solo quando l'utente fa effettivo e volontario uso del plugin. Si tenga presente che se l'utente naviga essendo loggato nel social network allora ha già acconsentito all'uso dei cookie veicolati tramite questo sito al momento dell'iscrizione al social network.
La raccolta e l'uso delle informazioni ottenute a mezzo del plugin sono regolati dalle rispettive informative privacy dei social network, alle quali si prega di fare riferimento.

Facebook - (link informativa cookie)
Twitter - (link informativa cookie)
LinkedIn - (link informativa cookie)
Google+ - (link informativa cookie). 

 

Trasferimento di dati in paesi extra UE

 Il presente sito potrebbe condividere alcuni dei dati raccolti con servizi localizzati al di fuori dell'area dell'Unione Europea. In particolare con Google, Facebook e Microsoft (LinkedIn) tramite i social plugin e il servizio di Google Analytics. Il trasferimento è autorizzato in base a specifiche decisioni dell'Unione Europea e del Garante per la tutela dei dati personali, in particolare la decisione 1250/2016 (Privacy Shield - qui la pagina informativa del Garante italiano), per cui non occorre ulteriore consenso. Le aziende sopra menzionate garantiscono la propria adesione al Privacy Shield. 

 

COME DISATTIVARLI

La maggior parte dei browser accetta i cookies automaticamente. Si consiglia di non disabilitare questafunzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all'altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito. Puoi comunque decidere di non consentire l'impostazione dei cookies sul tuo computer; per farlo accedi alle "Preferenze" del tuo browser.

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  • Apri Firefox
  • Premi il pulsante "Alt" sulla tastiera
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona "Strumenti" e successivamente "Opzioni"
  • Seleziona quindi la scheda "Privacy"
  • Vai su "Impostazioni Cronologia": e successivamente su "Utilizza impostazioni personalizzate". Deseleziona "Accetta i cookie dai siti" e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  • Apri Internet Explorer
  • Clicca sul pulsante "Strumenti" e quindi su "Opzioni Internet"
  • Seleziona la scheda "Privacy" e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  • Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  • Apri Google Chrome
  • Clicca sull'icona "Strumenti"
  • Seleziona "Impostazioni" e successivamente "Impostazioni avanzate"
  • Seleziona "Impostazioni dei contenuti" sotto la voce "Privacy"
  • Nella scheda "Cookies" è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  • Apri Safari
  • Scegli "Preferenze" nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello "Sicurezza" nella finestra di dialogo che segue
  • Nella sezione "Accetta cookie" è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
  • Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su "Mostra cookie"

News ed Eventi

LE CINQUE LEZIONI DELLA FONDAZIONE UMBERTO VERONESI: cosa possiamo imparare dall’emergenza Coronavirus.

Tutto quello che avevamo dimenticato sulle malattie infettive, sull’ importanza della ricerca e sui valori sociali.

Il periodo che stiamo affrontando, unito all’emergenza e alle notizie incalzanti di cui nutriamo le nostre giornate, è certamente portatore di paure, incertezze e preoccupazioni: innegabile realtà, naturale conseguenza di un tangibile rischio.

Tuttavia anche l’emergenza COVID-19, come ogni altra crisi che la Società di oggi e i singoli cittadini sono chiamati ad affrontare, ci obbliga ad una riflessione in cui diventa importante mettere in discussione le nostre vite, le nostre scale di valori, le nostre aspirazioni, i nostri desideri e il mondo che ci circonda.

Essenziale diventa, allora, evidenziare tali riflessioni e capire cosa possiamo imparare dall’attuale stato delle cose. 

Ad aiutarci, a tal proposito, è la riflessione del Dott. Paolo Veronesi, Professore Associato in Chirurgia all’ Università degli Studi di Milano ed autore di 231 pubblicazioni scientifiche.

Il Dott. Veronesi, prima di tutto, ci insegna a cogliere il senso di una crisi, indipendentemente dalla sua natura: viverla, attraversarla, comprenderne gli spunti di crescita e uscirne, infine, arricchiti.

L’emergenza COVID-19, spiega il Dott. Veronesi, prima di tutto getta nuova luce sul pericolo delle malattie infettive che ad oggi rappresentano uno dei più grandi rischi per la salute mondiale.  Indipendentemente dal COVID-19 è bene, infatti, ricordare che le malattie infettive rappresentano oggi la causa di ¼ dei decessi mondiali. 

Un dato allarmante, soprattutto se si considera che alcune patologie infettive moderne hanno una forte resistenza agli antibiotici, il che le rende difficili da sconfiggere. 

Sebbene molto si sia fatto nella ricerca dei vaccini, e per alcune patologie come la poliomielite il pericolo possa considerarsi ridotto per il 98% dei casi, non si può soprassedere sull’esistenza di preoccupanti realtà. 

Solo per citarne alcuni esempi: la tubercolosi, la malaria, le sepsi batteriche e tutte le malattie infettive che arrivano da patogeni nuovi, come il COVID-19.

Altro spunto di riflessione per il Dott. Veronesi, legato al pericolo derivante dalle malattie infettive, è l’importanza del settore sanitario e della ricerca, campi senza i quali nessun Paese può sopravvivere in caso di sfide di così grande portata. 

Ognuno di noi è quindi tenuto a interrogarsi su come poter aiutare e sostenere, con i propri mezzi e possibilità, un settore che abbraccia tutti i nostri destini. 

La stessa sensibilità deve coinvolgere lo Stato, i nostri politici e le istituzioni affinché non si dimentichi che i primi a necessitare di protezione sono i cittadini più fragili: gli anziani, i cardiopatici, i pazienti oncologici, i disabili, i malati. Persone alle quali il nostro Paese deve saper dare risposte concrete: cure, sostegno psicologico, agevolazioni.

Il successo italiano di oggi nel far fronte alle emergenze e il lavoro stremante che tutti i giorni i medici e gli infermieri affrontano in corsia, con incondizionato amore per il proprio Paese e per i propri pazienti, è un’eredità che non dovrà esser dimenticata una volta che la paura sarà solo un ricordo.

Sarà in quel momento che dovremo investire sulla terza lezione impartitaci dal COVID-19: imparare a prepararsi.

Non basta uscire dalla crisi e gestire l’emergenza, fondamentale è investire nel prepararsi ai rischi futuri che richiedono risposte mai sperimentate su cui non abbiamo esperienza. Una struttura economicamente salda, ben organizzata che si avvale dell’esperienza nelle emergenze passate, sarà allora nuovamente di vitale necessità. Il settore sanità non ha solo bisogno del sostegno economico dei cittadini e dello Stato, ma, come stiamo sperimentando in questi giorni e come ci ricorda il Dott.Veronesi, colonna portante del successo italiano dovrà essere il senso civico.

Ognuno di noi è chiamato a stare in casa, limitare le relazioni interpersonali, a fare la propria parte per un virus per cui, ricordiamolo, ad oggi non esiste vaccino. 

Un virus che, sebbene abbia un basso tasso di letalità, diventa pericoloso se obbliga ad una degenza in terapia intensiva un numero troppo alto di pazienti rispetto a quanto il nostro Paese possa attualmente sostenere.  Se alto è il rischio, più alto dovrà essere il nostro senso civico. La responsabilità che ognuno di noi ha passa per il rispetto per il vicino, per il rispetto per le istituzioni, per i medici e gli infermieri e per i nostri cari. 

Tale senso di responsabilità che sta pervadendo il nostro Paese, dallo Stato al singolo, ci collega virtualmente ma nel profondo ad un abbraccio che va ben oltre i confini italiani. 

Un abbraccio in cui già oggi istituzioni nazionali e internazionali condividono, per la prima volta nella storia del mondo, informazioni indispensabili per la lotta contro il COVID-19, in un’intelligenza che si fa collettiva e di enorme portata. 

Un abbraccio in cui ogni popolo ritrova la propria identità, il proprio senso di appartenenza a un qualcosa di più grande delle quattro mura del proprio appartamento.

Un abbraccio tra popoli.

Un abbraccio che ci ricorda come valori come responsabilità, compartecipazione, senso di appartenenza, siano riassumibili in qualcosa di più grande: l’amore.

L’amore per noi e per i nostri cari che ci costa non poter abbracciare. 

L’amore per il nostro Paese con i suoi pregi e i suoi difetti: un Paese che ci commuove e ci inorgoglisce quando il suo richiamo si trasforma in un canto sul balcone. 

L’amore per il Mondo nel quale ogni giorno viviamo per poter diventare persone migliori.

 

#andràtuttobene 

Fonte: https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/lesperto-risponde/cinque-lezioni-dallemergenza-coronavirus

 <<TORNA A TUTTE LE NEWS



MEDCAM  ha presentato SaluScienza 2018
Rimanete sempre aggiornati

MEDCAM, Congresso Internazionale delle Medicine non Convenzionali e Scienze Olistiche, è un progetto che ha lo scopo di creare un trait d'union tra tutte le principali discipline delle Medicine non Convenzionali, la Fisica Moderna e Quantistica, le Neuroscienze e la Biologia, promuovendo in un'unica sede la formazione, la pratica medica terapeutica e l'approfondimento scientifico.

Disclaimer

L'accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente.Ex D. lgs 46/1997.

Pertanto Bio-t S.r.l. autorizza i soli professionisti a procedere con la navigazione.

Privacy policy e note legali

Contatti

Bio-t S.r.l. Tecnologie per la Vita

Via A. Baldovinetti n.81
00142 Roma
Tel. +39 06.83086609 - 06.64522661
Fax. +39 06 83391913 - Mob. +39 3278566369 
email: info@biot.it - ingegneria@biot.it
www.enerpulse.it - www.medcam.it
www.inergetix.eu - www.saluscienza.it

Certificazioni

                
Registrati presso il Repertorio dei dispositivi medici del Ministero della Salute