Biot.it Utilizza cookies tecnici e tecnologie simili.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

COSA SONO E A COSA SERVONO I COOKIES?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet. Se non vuoi accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati.

I cookies che utilizziamo non conserviamo informazioni personali ma solo informazioni criptate per migliorare la tua permanenza sul sito.

Possono essere anche di terze parti (quando vengono impostati da un sito diverso dal quello che stai visitando).


Cookies tecnici (strettamente necessari)
Questi cookie sono essenziali per consentirti di navigare nel sito e utilizzare tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornirti alcuni servizi.

Cookies funzionali
Permettono di "ricordare" le scelte che hai effettuato e personalizzare i contenuti del sito al fine di migliorare il servizio a te reso.

Cookies di terze parti: Facebook
Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di "like" sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy  

 

COME DISATTIVARLI

La maggior parte dei browser accetta i cookies automaticamente. Si consiglia di non disabilitare questafunzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all'altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito. Puoi comunque decidere di non consentire l'impostazione dei cookies sul tuo computer; per farlo accedi alle "Preferenze" del tuo browser.

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  • Apri Firefox
  • Premi il pulsante "Alt" sulla tastiera
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona "Strumenti" e successivamente "Opzioni"
  • Seleziona quindi la scheda "Privacy"
  • Vai su "Impostazioni Cronologia": e successivamente su "Utilizza impostazioni personalizzate". Deseleziona "Accetta i cookie dai siti" e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  • Apri Internet Explorer
  • Clicca sul pulsante "Strumenti" e quindi su "Opzioni Internet"
  • Seleziona la scheda "Privacy" e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  • Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  • Apri Google Chrome
  • Clicca sull'icona "Strumenti"
  • Seleziona "Impostazioni" e successivamente "Impostazioni avanzate"
  • Seleziona "Impostazioni dei contenuti" sotto la voce "Privacy"
  • Nella scheda "Cookies" è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  • Apri Safari
  • Scegli "Preferenze" nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello "Sicurezza" nella finestra di dialogo che segue
  • Nella sezione "Accetta cookie" è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
  • Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su "Mostra cookie"

News ed Eventi

Fisica Quantistica e comunicazione futura: nuovo record nell'osservazione dell'Entanglement

Nel Giugno del 2017, la Rivista scientifica Science ha pubblicato i risultati di una Ricerca che proverebbe la possibilità di mantenere la connessione tra due particelle entangled, ovvero intrecciate, poste a oltre 1000 chilometri di distanza l'una dall'altra. 
Questa evidenza porterebbe ad auspicare ad una sempre maggiore interrelazione tra la Fisica Quantistica ed i futuri sistemi di comunicazione e telecomunicazione

Un gruppo di Ricercatori cinesi guidato da Juan Yin dell'Università di Scienza e Tecnologia di Hefei, Cina, ha compiuto uno studio dai risvolti decisamente rivoluzionionari

Tramite un laser montato a bordo del satellite spaziale Micius, dotato di strumenti in grado di creare particelle subatomiche con stato di polarizzazione opposto, due fotoni sono stati mandati sulla Terra, inviati separatamente verso due stazioni terrestri della Cina poste a 1200 chilometri di distanza l'una dall'altra

Si tratta già di un record, visto che la distanza massima precedentemente coperta era pari a soli 100 chilometri. Successivamente all'invio, il team di Ricercatori ha constatato la tenuta della connessione, con un segnale stimato di 12 ordini di grandezza più forte di quanto lo sarebbe stato nel caso in cui i fotoni avessero viaggiato sulla Terra lungo una fibra ottica. Un risultato rivoluzionario nell'ambito delle telecomunicazioni.

Ma facciamo un passo indietro. 

Con il termine entanglement, ovvero intreccio, si fa riferimento al fenomeno della correlazione a distanza tra gli stati quantistici assunti da diverse particelle subatomiche, alla cui base c’è il comportamento ondulatorio della materia. Trattasi di uno dei fatti più inspiegabili della fisica, al punto che Albert Einstein ne rimase sempre piuttosto sconvolto ritenendolo più che altro prova dell'inesattezza o dell'incompletezza della Meccanica Quantistica, riferendosi al fenomeno come spooky action at a distance ossia spaventosa azione a distanza

Tale concetto, apparentemente complesso, si fonda sull'assunzione che gli stati quantistici di due particelle microscopiche interagenti, A e B, risultino intrecciati anche nel caso in cui una delle due particelle venga posta ad una grande distanza dall'altra, al punto che qualora venisse modificato lo stato quantistico della particella A, si avrebbe un istantaneo effetto anche sulla B, determinando la cosiddetta azione fantasma a distanza. Più precisamente, una misurazione effettuata su uno dei due fotoni farebbe "collassare" il suo stato quantistico su un determinato valore, influenzando un'identica misurazione compiuta sul fotone lontano, come se appunto tra i due avvenisse un'immediata comunicazione

Ora, grazie agli studi compiuti dal team cinese guidato da Juan Yin, si potrebbero aprire le porte a diverse strade possibiliste nell'ambito delle tecniche di comunicazione, dove le modalità convenzionali verrebbero surclassate da una eventuale applicazione pratica del fenomeno dell'entanglement.  Spingendoci un po' più in là, ma non troppo, potremmo arrivare a concepire i futuri computer come sistemi completamente basati sulla Quantistica, e rispetto ai quali l'entanglement si renderebbe elemento di collegamento nello scambio di informazioni, arrivando ad ipotizzare addirittura la possibilità di una crittografia quantistica, a protezione assoluta delle informazioni scambiate

 

Fonti: Scienze, Le Scienze 

 



Prossima Edizione MEDCAM Febbraio 2018

MEDCAM, Congresso Internazionale delle Medicine non Convenzionali e Scienze Olistiche, è un progetto che ha lo scopo di creare un trait d'union tra tutte le principali discipline delle Medicine non Convenzionali, la Fisica Moderna e Quantistica, le Neuroscienze e la Biologia, promuovendo in un'unica sede la formazione, la pratica medica terapeutica e l'approfondimento scientifico.

Disclaimer

L'accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente.Ex D. lgs 46/1997.

Pertanto Bio-t S.r.l. autorizza i soli professionisti a procedere con la navigazione.

Contatti

Bio-t Tecnologie per la Vita S.r.l.  

Via A. Baldovinetti n.81
00142 Roma
Tel. +39 06.83086609 - 06.64522661
Fax. +39 06 83391913 - Mob. +39 3278566369 
email: info@biot.it - ingegneria@biot.it
web: www.enerpulse.it - www.medcam.it

Certificazioni

                
Registrati presso il Repertorio dei dispositivi medici del Ministero della Salute