Biot.it Utilizza cookies tecnici e tecnologie simili.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

COSA SONO E A COSA SERVONO I COOKIES?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet. Se non vuoi accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati.

I cookies che utilizziamo non conserviamo informazioni personali ma solo informazioni criptate per migliorare la tua permanenza sul sito.

Possono essere anche di terze parti (quando vengono impostati da un sito diverso dal quello che stai visitando).


Cookies tecnici (strettamente necessari)
Questi cookie sono essenziali per consentirti di navigare nel sito e utilizzare tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornirti alcuni servizi.

Cookies funzionali
Permettono di "ricordare" le scelte che hai effettuato e personalizzare i contenuti del sito al fine di migliorare il servizio a te reso.

Cookies di terze parti: Facebook
Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di "like" sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy  

 

COME DISATTIVARLI

La maggior parte dei browser accetta i cookies automaticamente. Si consiglia di non disabilitare questafunzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all'altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito. Puoi comunque decidere di non consentire l'impostazione dei cookies sul tuo computer; per farlo accedi alle "Preferenze" del tuo browser.

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  • Apri Firefox
  • Premi il pulsante "Alt" sulla tastiera
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona "Strumenti" e successivamente "Opzioni"
  • Seleziona quindi la scheda "Privacy"
  • Vai su "Impostazioni Cronologia": e successivamente su "Utilizza impostazioni personalizzate". Deseleziona "Accetta i cookie dai siti" e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  • Apri Internet Explorer
  • Clicca sul pulsante "Strumenti" e quindi su "Opzioni Internet"
  • Seleziona la scheda "Privacy" e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  • Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  • Apri Google Chrome
  • Clicca sull'icona "Strumenti"
  • Seleziona "Impostazioni" e successivamente "Impostazioni avanzate"
  • Seleziona "Impostazioni dei contenuti" sotto la voce "Privacy"
  • Nella scheda "Cookies" è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  • Apri Safari
  • Scegli "Preferenze" nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello "Sicurezza" nella finestra di dialogo che segue
  • Nella sezione "Accetta cookie" è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
  • Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su "Mostra cookie"

Wellness e SPA, Medicina Estetica

Medicina Estetica

La medicina estetica rappresenta una nuova branca della medicina, a carattere internistico, il cui scopo è quello di migliorare la qualità della vita di chi vive una situazione di disagio dovuta a inestetismi non accettati. Realizza principalmente programmi di prevenzione dell'invecchiamento generale e, in modo particolare, di quello cutaneo, e si occupa della correzione degli inestetismi di viso e corpo. Tali inestetismi possono essere congeniti oppure acquisiti nel corso degli anni, ad esempio a causa dell’invecchiamento o dello stile di vita.

Oltre all’importante contributo per il trattamento multidisciplinare inestetismi dovuti a traumi fisici, alterazioni estetiche costituzionali, sequele estetiche e psicologiche delle malattie, la Medicina Estetica finalizza il suo intervento al raggiungimento e al mantenimento della salute intesa - come raccomandato dall’OMS - quale “espressione di una condizione di benessere psicologico e fisico e non come assenza di malattia”. La disciplina ha affinato, nel suo iter culturale ultratrentennale, la sua estrazione umanistica ed internistica, presentandosi oggi come una medicina essenzialmente preventiva.

La Medicina Estetica, in qualità di movimento scientifico e medico, nasce nel 1973 in Francia ad opera di Jean Jacques Legrand, un endocrinologo di Parigi. La prima comparsa in Italia invece avvenne due anni dopo, nel 1975, con la fondazione della Società Italiana di Medicina Estetica (SIME) da parte del geriatra romano Carlo Alberto Bartoletti. Attualmente esistono 26 Società Nazionali di Medicina Estetica in altrettanti Paesi, europei ed extraeuropei, che fanno parte dell’Unione Internazionale di Medicina Estetica (UIME) con sede a Parigi. Dall’anno accademico 1990-1991 la SIME ha promosso, con la Fondazione Internazionale Fatebenefratelli (FIF) di Roma, la prima Scuola quadriennale di formazione in Medicina Estetica, riservata ai laureati in Medicina e Chirurgia, che ha visto sino ad oggi la nascita di oltre 1.500 medici italiani e stranieri.

Gli inestetismi e le patologie che più di frequente rientrano nell’ambito della medicina estetica sono:

  • acne in fase attiva o cicatriziale, acne rosacea
  • adiposità localizzata
  • alopecia
  • emangioma
  • cellulite o panniculopatia edematofibrosclerotica (P.E.F.S.)
  • ipermelanosi e ipomelanosi
  • iperidrosi e bromidrosi
  • ipertricosi e irsutismo
  • lipoatrofia
  • rughe e solchi come esito di mimica facciale
  • rughe e solchi come esito di un generale invecchiamento della pelle
  • smagliature
  • sovrappeso
  • tatuaggi
  • teleangectasie e vene reticolari

 

Parallelamente allo sviluppo negli ultimi trent’anni della medicina estetica, anche la tecnologia dedicata ha compiuto passi in avanti significativi. Le principali apparecchiature ad oggi utilizzate in questo settore sono le seguenti:

  • Carbossiterapia: utilizzo di anidride carbonica, per via transcutanea e sottocutanea, per scopi terapeutici.
  • Elettroporazione: fenomeno indotto dall’applicazione su di una superficie biologica di un determinato impulso elettrico capace di generare nella membrana cellulare i cosiddetti “elettropori”, ossia canali acquosi che, per un periodo da diversi secondi a 15 minuti, comportano un aumento della permeabilità del tessuto favorendo l’assorbimento transcutaneo di principi attivi solubili in acqua.
  • Luce pulsata: generata da un'apparecchiatura elettronica comunemente utilizzata per praticare trattamenti di fotodepilazione e fotoringiovanimento, rappresenta l’evoluzione del laser, con il vantaggio di consentire il trattamento di aree più ampie, con maggiore sicurezza, versatilità e velocità di esecuzione.
  • Scrub ad ultrasuoni: lo scrub ad ultrasuoni non fa uso di tecniche abrasive che possono

risultare invasive per lo strato corneo. Il dispositivo si basa su una lamina in acciaio indotta a vibrare a frequenza ultrasonica che determina una esfoliazione selettiva. L’ azione di scrubbing può essere regolata agendo sui parametri del generatore di ultrasuoni, al fine di adattare il trattamento alla tipologia della pelle del soggetto. Ne consegue una metodica indolore, che non provoca gonfiori e/o arrossamenti. Il distretto trattato può essere sottoposto anche nella stessa seduta ad altri interventi, anzi per alcuni di essi lo scrub ad ultrasuoni può rappresentare una fase propedeutica e sinergica. Eccessi di impurità e/o di lipidi epidermici e/o di corneocidi possono determinare un “ostacolo” alle tecniche di veicolazione transdermica o foto-biostimolazione , una preventiva esfoliazione selettiva con scrub ad ultrasuoni è indicata per limitare l’evento indesiderato.

 

 Radiofrequenza: l’azione terapeutica è dovuta alle correnti indotte da una campo elettrico variabile, correnti che per effetto Joule riscaldano i tessuti con un’intensità maggiore a seconda dell’impedenza del tessuto stesso, permettendo di lavorare selettivamente sul tessuto muscolare, nervoso e sui tessuti connettivi. I maggiori benefici che si ottengono da questo aumento locale di temperatura sono:

  • Azione vascolare: vasodilatazione.
  • Azione metabolica: incremento del metabolismo locale e dell’eliminazione di scorie.
  • Azione sul sistema muscolare: aumento della produzione di ATP
  • Azione sui tessuti connettivi: contrazione delle fibre di collagene superficiali e profonde, e stimolazione dei fibroblasti con aumento della produzione di collagene e quindi di densità dermica (effetto simil-lifting)
  • Azione sul sistema nervoso: aumento della soglia di percezione della fibra nervosa e della velocità di conduzione degli impulsi.

Una variante di tale tecnica è rappresentata dalla radiofrequenza frazionata, che induce reazioni rigenerative nei tessuti di sostegno tramite l’induzione di una serie di micro-danni termici. La metodica risulta utile per il trattamento di cicatrici post-acne e post trauma, rugosità, smagliature, melasma, pori dilatati.

Ossigeno iperbarico: Lo strato più superficiale della pelle, ad una profondità tra 0,25 a 0,40 mm, utilizza ossigeno quasi esclusivamente prelevato dall'ambiente esterno, mentre gli strati profondi sono alimentati da ossigeno trasportato dal flusso sanguigno. Invecchiamento, stress, inquinamento, malattie sono fattori primari che limitano la capacità dei substrati biologici di conservare e utilizzare adeguatamente l’ossigeno, componente essenziale per mantenere ai giusti livelli l’apoptosi e conseguentemente il turnover cellulare. In assenza di un corretto apporto di ossigeno, il sistema cellulare del derma e dell’epidermide degrada. La somministrazione di ossigeno ad elevata concentrazione, a livello cutaneo o a livello dermico, tende a ristabilire gli equilibri per detossinare, nutrire e rivitalizzare il sistema cellulare della pelle.

 

Foto-biostimolazione e foto-dinaica selettiva: tecnica di stimolazione delle cellule della cute indotta da luce emessa da lampade a LED. Tale trattamento è oggi posizionato a livello internazionale tra le principali tecnologie non ablative, in particolare come fotoringiovanimento con luce emessa da diodi senza effetto termico.

A livello cutaneo, numerosi lavori clinici dimostrano una riduzione delle rughe perioculari, riduzione del diametro dei pori, riduzione della pigmentazione, riduzione del rossore. Anche numerosi esami istologici hanno dimostrato un miglioramento dello stato della pelle.

 

 

Particolarmente attiva anche in questa recente branca della medicina, Bio-t Tecnologie per la Vita ha incluso nel suo selezionato parco dispositivi il sistema Hi-Comby, che riunisce in un solo macchinario tutte le tecniche di medicina estetica descritte, permettendo all’operatore di lavorare sul cliente in maniera olistica e personalizzata con il risultato di rendere ogni trattamento unico.

 

Scopri il sistema Hi-Comby



Prossima Edizione MEDCAM Febbraio 2018

MEDCAM, Congresso Internazionale delle Medicine non Convenzionali e Scienze Olistiche, è un progetto che ha lo scopo di creare un trait d'union tra tutte le principali discipline delle Medicine non Convenzionali, la Fisica Moderna e Quantistica, le Neuroscienze e la Biologia, promuovendo in un'unica sede la formazione, la pratica medica terapeutica e l'approfondimento scientifico.

Disclaimer

L'accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente.Ex D. lgs 46/1997.

Pertanto Bio-t S.r.l. autorizza i soli professionisti a procedere con la navigazione.

Contatti

Bio-t Tecnologie per la Vita S.r.l.  

Via A. Baldovinetti n.81
00142 Roma
Tel. +39 06.83086609 - 06.64522661
Fax. +39 06 83391913 - Mob. +39 3278566369 
email: info@biot.it - ingegneria@biot.it
web: www.enerpulse.it - www.medcam.it

Certificazioni

                
Registrati presso il Repertorio dei dispositivi medici del Ministero della Salute