Veterinaria

I dispositivi Bio-t, oltre che alla salute dell'uomo, forniscono un importante contributo anche alla medicina veterinaria, grazie a tecnologie testate ed utilizzate con successo sugli animali.

Si va dall'utilizzo degli speciali campi elettromagnetici pulsati del Papimi®, ottimi in riabilitazione, nella rimarginazione rapida di ferite e nel miglioramento di performance atletiche, alle più avanzate tecniche di medicina informazionale dell'Inergetix CoRe System e del BBR, che mostrano in maniera chiara la loro efficacia grazie anche alla particolare sensibilità che caratterizza molti degli animali con cui abbiamo a che fare quotidianamente.

 

 

Papimi® e veterinaria

Per quanto riguarda il dispositivo Papimi®, questo consente di ottenere degli effetti benefici anche sugli animali grazie al suo principio di funzionamento e quindi alla sua azione terapeutica che agisce direttamente a livello cellulare, sia sul potenziale di membrana eventualmente alterato, sia a livello mitocondriale aumentando la produzione di ATP.

La letteratura internazionale riporta inoltre diversi studi aventi per oggetto l'utilizzo del Papimi® in ambito veterinario, tutti svolti presso diverse Università internazionali(1)(2)(3).

Uno studio(1) ha visto la valutazione dell'efficacia dei campi elettromagnetici emessi dal dispositivo su 48 topi Wistar divisi in due gruppi, con ferite cutanee di pieno spessore 2cm x 2cm. Solamente i topi del primo gruppo sono stati esposti ai campi elettromagnetici pulsati del Papimi® ed il confronto con quelli dell'altro gruppo ha consentito di dimostrare una accelerazione significativa del tasso di guarigione ed un miglioramento qualitativo dei processi correlati.

Gli stessi risultati sono stati ottenuti anche nello studio(3) effettuato presso l'Università di Atene riguardante 20 polli, con ferite sulle ali di 1cm x 0,8cm e suddivisi in due gruppi. Quelli appartenenti al gruppo esposto ai campi del Papimi® hanno infatti evidenziato una più veloce rimarginazione delle ferite, conseguita grazie ad una intensa attività cellulare, seguita da una intensa cheratinizzazione.

 

Ancora, un lavoro(2) condotto presso il Laboratory of Experimental Physiology, Ioannina University School of Medicine, Greece ha mostrato come i CEMP del Papimi® riescano ad aumentare in maniera significativa nelle cellule di ratto la produzione di ATP, la sintesi proteica e gli scambi di membrana.

 

Ottimi risultati sono stati ricavati anche con l'applicazione del Papimi® su cavalli da corsa per trattare lesioni riportate durante le gare eper migliorare le loro prestazioni atletiche.

 

Il dispositivo è stato utilizzato per alcuni mesi su 86 cavalli da corsa in California, 73 dei quali hanno vinto le competizioni che si sono svolte successivamente al ciclo di trattamenti. Bob Baffert, noto allenatore americano di cavalli da corsa, in un'intervista ha espresso la sua grande soddisfazione nell'utilizzo del Papimi®, affermando tra le altre cose come il dispositivo consenta di capire quali parti del cavallo necessitino di energia e di fornirgliela, instaurando una sorta di "dialogo" con l'animale impossibile da ottenere in altri modi.

 

 


Il noto trainer di cavalli da corsa Bob Baffert

Nell'estate del 1995 la terapia Enerpulse® è stata applicataad Atene su diversi cavalli da corsa(4) che avevano riportato numerose problematiche legate a rottura di un tendine, ferite (dovute a diverse cause quali colpi da altri cavalli, operazioni, affezioni dermatologiche), problemi alla colonna vertebrale ed è stato ottenuto un notevole recupero in tempi decisamente ridotti.

Nel stesso anno un addestratore di cavalli ed un medico hanno utilizzato il Papimi® per trattare 10 cavalli da corsa in Messico. Questi facevano parte di un gruppo di 500 cavalli, alcuni dei quali venivano allenati per le olimpiadi del 1996. I trattamenti con la Terapia Enerpulse® sono durati circa una settimana ed hanno interessato diverse aree del cavallo, quali ad esempio le caviglie, ottenendo risultati sorprendenti. Sono stati anche trattati con successo cavalli con piroplasmosi, un protozoo parassita dei vasi sanguigni.

 

 

 

 

 

 

 

(1)The effect of pulsed electromagnetic fields on secondary skin wound healing: an experimental study. Athanasiou A, Karkambounas S, Batistatou A, Lykoudis E, Katsaraki A, Kartsiouni T, Papalois A, Evangelou A.

(2)The effects of electric currents on ATP generation, protein synthesis, and membrane transport of rat skin. Cheng N, Van Hoof H, Bockx E, Hoogmartens MJ, Mulier JC, De Dijcker FJ, Sansen WM, De Loecker W. Laboratory of Experimental Physiology, Ioannina University School of Medicine, Greece 

(3) Influence of Magnetic Field on Chicken skin repair. Messini N., Kosti A., Malouchou-Grimbla B. et al, Faculty of Biology, Physics, Chemical Engineering, University of Athens

(4) http://papimiuk.blogspot.it/2011/10/treating-horses-with-papimi-summer-1995.html

 

 

Inergetix® e veterinaria

Se si comprende appieno il concetto di medicina energetica ed informazionale, sarà immediato capire ed accettare il fatto che l'Inergetix CoRe System propone trattamenti altrettanto validi ed efficaci anche su animali.

Precaricati nel sistema sono presenti punti di agopuntura, meridiani, erbe medicinali, rimedi di medicina tradizionale cinese, per agire sul piano fisico, energetico, informazionale e spirituale di cani, gatti, cavalli, bovini, suini, ovini etc.

Sfruttando le risonanze rilevate dal sistema, il terapista può :

 

  

schermata principale del modulo Inergetix per veterinaria

 

 

trattamento di biorisonanza su gatto